Che cos’è jQuery?

Studio di Ingegneria informatica Corchiola - Che cosa è jquery

Che cosa è jQuery?

Se vi state chiedendo che cosa è jQuery e volete approcciare allo sviluppo di applicazioni web cross browser, manipolare il DOM e in generale fare un uso intensivo di javascript e di AJAX non potete fare a meno di leggere questo breve articolo!

jQuery è una libreria JavaScript per lo sviluppo di applicazioni web, il cui core è già di per se molto potente ma può essere esteso con un numero veramente molto ampio di plug-in che ti permettono di creare applicazioni di tipo 2.0 senza troppe difficoltà e senza preoccuparti della piattaforma o del browser sul quale verrà eseguito. Nasce con l’obiettivo di semplificare la selezione, la manipolazione, la gestione degli eventi e l’animazione di elementi DOM in pagine HTML, nonché implementare funzionalità AJAX.

È un software libero, distribuito sotto i termini della Licenza MIT. Quindi utilizzare jQuery sulle proprie applicazione è a costo zero!

Il framework fornisce metodi e funzioni per gestire al meglio aspetti grafici e strutturali delle pagine web come posizione di elementi, effetto di click su immagini, manipolazione del Document Object Model e altro ancora, mantenendo la compatibilità tra browser diversi e standardizzando gli oggetti messi a disposizione dall’interprete JavaScript del browser.

Il core di jQuery fornisce:

  • I costruttori per l’utilizzo della libreria stessa;
  • I metodi e le proprietà per accedere agli elementi contenuti in un oggetto jQuery;
  • I metodi per creare e utilizzare liste e code;
  • I metodi per estendere il framework mediante plugin;
  • I metodi per eseguire animazioni mediante le funzioni show(), hide() e animate().

Selettori di jQuery
I selettori sono gli strumenti utilizzati per ottenere l’accesso agli elementi HTML della pagina, utilizzando la stessa sintassi dei selettori Cascading Style Sheet:

  • Per selezionare un elemento in base al suo id;
  • Per selezionare uno o più elementi in base alla classe;
  • Per selezionare in modo gerarchico, mediante l’utilizzo di parole chiave come ancestor, sibling, prev e altre;
  • Per selezionare in base a pseudo-classi;
  • Per selezionare in base ad attributi o contenuti.

Cosa sono gli Attributi di jQuery
Gli attributi sono ottenuti o modificati in maniera diversa a seconda del browser; jQuery aiuta lo sviluppatore offrendo un’unica funzione di frontend valida sia per ottenere un valore e sia per impostarlo, a seconda che sia specificato o meno un parametro.

La manipolazione del DOM 
jQuery permette di manipolare il DOM della pagina in maniera molto semplificata per mezzo di numerosi metodi, utilizzati per:

  • Per aggiungere e rimuovere elementi alla pagina, o in una posizione specifica;
  • Per sostituire elementi, o per circondarli con del nuovo contenuto;
  • Per eliminare tutti gli elementi contenuti in un certo nodo o per copiarli.

Gli stili CSS gestiti con jQuery
Per controllare lo stile degli elementi, in maniera semplificata e standardizzata. Sono forniti i metodi:

  • Per cambiare, rimuovere o aggiungere proprietà grafiche di tutti gli elementi selezionati;
  • Per ottenere e sostituire velocemente proprietà solitamente difficili da manipolare;
  • Lo scroll di pagina o di un elemento;
  • Le dimensioni;
  • L’offset rispetto ai bordi.

Gli Eventi intercettati da jQuery
Il framework riconosce gli oggetti di tipo event e provvede a modificare le loro proprietà rendendoli uniformi, semplificando la loro gestione, la loro propagazione, e fornendo un’utile modalità per impedire al browser di continuare l’esecuzione.

Effetti
Gli effetti messi a disposizione dal framework, servono a manipolare la visibilità degli elementi selezionati.

Alcuni effetti base sono i seguenti:

  • Effetto fading, la dissolvenza in entrata o uscita;
  • Effetto sliding, l’effetto scivolata;
  • Nascondimento o visualizzazione piatta.

È possibile definire facilmente effetti personalizzati specificando la proprietà CSS da manipolare, come è pure possibile specificare la durata dell’effetto e una funzione di callback da eseguire dopo l’animazione.

AJAX
La gestione delle chiamate asincrone è davvero semplificata, e sono fornite le funzioni:

  • Per caricare contenuti dinamicamente;
  • Funzione di caricamento semplice;
  • Funzione di caricamento di codice HTML con inserimento automatico;
  • Per eseguire richieste asincrone;
  • Per l’interazione con JavaScript;
  • Funzione per caricare un oggetto JSON;
  • Funzione per caricare un file JavaScript remoto ed eseguirlo automaticamente.

Anche gli eventi AJAX sono gestibili in modo semplificato, per il completamento dei form di immissione, la gestione degli errori e l’invio dei dati.

Utilità
Il framework fornisce scorciatoie per gestire array, per la manipolazione di stringhe e per il riconoscimento di browser e oggetti/funzioni.

L’utilizzo di jQuery per un sito web è una scelta intelligente?

Ovviamente si! Senza questo framework che sta alla base delle sviluppo di interfacce e dell’implementazione funzionalità di tipo 2.0, non sarebbe ormai possibile, se non con sforzi immani da parte degli sviluppatori creare applicazioni degne di questo nome.

Quando devo usare jQuery?

L’ultima domanda a cui risponderò è: quando devo utilizzare jQuery? Considerando che si integra con la maggior parte dei framework javascript e per molti di quelli presenti sul mercato ne è addirittura il core principale, io direi usalo sempre, dopotutto ti semplifica la vita nello sviluppo, è semplice da utilizzare e quando lo avrai usato una volta non potrai più farne a meno.

Share

Ingegnere informatico di Cosenza, con Laurea Vecchio Ordinamento conseguita presso l'Università della Calabria. Si occupa di progettazione e sviluppo di web application e integrazione di sistemi. Ha all'attivo decine di collaborazioni con diverse aziende nazionali ed internazionali, con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e diverse Università italiane ed estere.

Comments

  1. naturally like your web site but you need to take a look at the spelling on several of your posts. Many of them are rife with spelling problems and I to find it very bothersome to tell the truth nevertheless I’ll surely come again again.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.